Pulizia e Tolettatura: prendetevi cura del vostro cane…

L'Aussie da famiglia è di facile gestione per quanto riguarda il mantenimento del pelo. Questo infatti è "idropulente": possiamo portare il nostro cane a fare lunghe passeggiate in campagna durante le quali si ritrova ricoperto di fango, ma solo dopo qualche ora, grazie alla sua qualità di pelo, liscio e setoso, ha la capacità di ritornare pulito.

Non necessita di lunghe spazzolate quotidiane, ma è sufficiente una buona spazzolatura un paio di volte a settimana con una spazzola tipo Cardatore e, successivamente, con un pettine a denti lunghi e sottili per le zone del corpo più delicate come le frange (quindi le zampe, coda e frange vicino alla coda, dette culotte) e dietro alle orecchie, punti in cui è più facile la formazione dei nodi.

Il bagno completo sarà da effettuare 3/4 volte all'anno, in co-comitanza con la muta del pelo. Un lavaggio professionale e un'asciugatura adeguata con il soffiatore permetterà al vostro Aussie una muta più veloce con l'eliminazione totale del pelo e sottopelo morto, garantendo inoltre alla cute stessa un'adeguata pulizia. La tosatura dell'Australian è da evitare.

Una corretta e costante tolettatura del vostro cane è fondamentale per garantirne uno stato di buona salute, in quanto riduce il rischio di contrarre pulci, zecche e altri parassiti dannosi. Inoltre mantenere il manto del cane sempre pulito e in ordine fa sì che anche l'aspetto estetico dell'animale non venga trascurato, riducendo di gran lunga il problema degli odori e della perdita di pelo.

Per chi fosse interessato, Master Shepherd è a disposizione per servizi di tolettatura professionale, per l'igiene costante del vostro cane o per la preparazione di esemplari da gara. Per qualsiasi informazione potete scriverci a info@mastershepherd.it specificando la vostra esigenza.





Consigli alimentari: adottate la dieta BARF!

Con l'alimentazione naturale i problemi della pelle, così come molti altri problemi di salute, spariscono: i cani hanno più energia, le femmine riportano meno problemi con la gravidanza e con l'allattamento ed i cuccioli crescono decisamente più sani.

Con l'alimentazione naturale, si vuole imitare l'alimentazione di un canide selvaggio.

Dato che non è possibile alimentare i cani con animali interi e selvaggi, bisogna confrontarsi con le sue esigenze; tuttavia alimentando il cane esclusivamente con la carne, si possono verificare delle complicazioni, poiché in questo modo si provocano carenza minerali e vitaminiche.
Per questo motivo la dieta carnivora va integrata con verdure, frutta ed, in caso di necessità, specie nei cani anziani, con degli integratori.

Bisogna fare attenzione a diversi fattori: l'età del cane, il suo stato di salute e naturalmente è necessario dosare la giusta quantità di cibo. Nel caso di malattie intestinali o problemi epatici renali la dieta va modificata con la cottura del cibo e con la variazione di proporzioni e quantità.

La carne cruda aiuta a mantenere il pH gastrico acido, l'ambiente necessario per la digestione e l'assorbimento di calcio dalle ossa. L'ambiente acido stimola il pancreas a produrre i suoi enzimi digestivi - ciò mantiene la salute del pancreas e previene l'atrofia di questo importante organo, le secrezioni digestive forti consentono a pochissimi parassiti di superare lo stomaco. I cereali, al contrario, creano un pH alcalino ed è per questo che gli alimenti per animali domestici commerciali, generalmente a base di cereali, non mantengono il giusto ambiente intestinale, con la conseguenza di enormi difficoltà digestive.

Molte persone alimentano i loro cani sui principi della dieta Barf e testimoniano miglioramenti sorprendenti sullo stato di salute del loro amico a quattro zampe.